Rassegna Stampa lunedì 29 ottobre 2014

da http://www.goodmorningitalia.it

LA RESA DEI CONTI È una giornata decisiva per il tema lavoro, con due riunioni chiave: quella della direzione del Pd e quella della segreteria unitaria di Cgil, Cisl e Uil.

Renzi vuole: Una riforma “per offrire più occasioni di lavoro ai giovani e meno precarietà”. Come? Superamento dell’articolo 18; contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti; soppressione di alcune forme contrattuali precarie e potenziamento degli ammortizzatori sociali (quest’ultimo è il vero piatto forte del Ddl delega sul Lavoro, scrive Il Sole 24 Ore).

Vigilia Renzi a Che tempo che fa ha ribadito che l’articolo 18 non dev’essere una questione centrale e che un datore di lavoro deve poter licenziare, lo Stato deve farsene carico. Oggi comunicherà in direzione la cancellazione dei co.co.pro. Annunciata anche l’idea del Tfr in busta paga (Corriere). Susanna Camusso dalla poltrona di In Mezz’ora accusa il governo di parlare solo con Confindustria e non con i sindacati (Huffington Post). I 5 scogli che separano il premier dai sindacati (La Stampa).

Nessun compromesso Renzi ha detto chiaro e tondo di voler “trattare con i lavoratori, non nel Pd”. Bersani esclude una scissione nel partito (Il Mattino), ma oggi la direzione del Pd si riunisce sotto i peggiori auspici: nessuno vuole cedere, non è più l’ora dei compromessi, scrive Federico Geremicca sulla Stampa.

JUNCKER AL VAGLIO Nei prossimi dieci giorni verrà confermato o bocciato il piano per rimodellare l’Unione Europea sotto una nuova gestione, che tenterà di rilanciare l’economia e riconquistare la fiducia di mezzo miliardo di persone. Iniziano oggi le audizioni dei commissari europei designati davanti alle commissioni parlamentari (Reuters).

Cosa aspetta la Bce? Giovedì la Bce svelerà i dettagli del suo piano per salvare l’eurozona dalla stagnazione economica, ma – scrive il Financial Times – la reticenza politica offusca il piano di acquisto di azioni della Banca Centrale. Il Consiglio direttivo si riunisce a Napoli e probabilmente manterrà tutti i tassi di riferimento invariati.

GOOD MORNING AMERICA! Durante il mese di settembre i datori di lavoro degli Stati Uniti hanno accelerato l’assunzione e il tasso di disoccupazione è rimasto al 6,1%, il livello più basso dal 2008. I dati di questa settimana (Business Insider) dimostreranno l’andamento positivo della più grande economia al mondo. Oggi i dati sul reddito e la spesa delle famiglie americane ad agosto: gli analisti stimano che i redditi siano saliti dello 0,3% e la spesa aumentata dello 0,4. Domani la fiducia dei consumatori statunitensi.

Qui Eurozona Oggi i dati sulla fiducia economica nell’eurozona e sulla fiducia dei consumatori. Domani quelli sulla disoccupazione.
Qui Giappone Domani arrivano i dati sulla produzione industriale di agosto dopo un risultato più debole del previsto nel mese di luglio.
Qui UK Ancora domani il Pil del Regno Unito nel secondo trimestre dell’anno.

UK verso il 2015 Si è aperto il Congresso annuale del partito conservatore britannico, ma – scrive Reuters – lo scisma del partito sull’Europa ha guastato l’ultima conferenza prima delle elezioni del 2015. Martedì interverrà il sindaco di Londra Boris Johnson, favorito successore di Cameron come leader dei Conservatori e candidato alle elezioni generali. Chiuderà la conferenza il primo ministro Cameron, che definirà il programma Tory per il 2015.

La Francia, a destra La destra riconquista il Senato (Le Monde). Il Front National entra per la prima volta. Marine Le Pen: “Una vittoria storica” (Guardian).

NUOVI EQUILIBRISMI Il primo ministro indiano Modi oggi incontrerà 11 CEO di grandi aziende, incluse Google, PepsiCo e Goldman Sachs. Poi cenerà con il presidente Obama. Un incontro sulla scia del gran tour del presidente cinese Xi Jinping in Asia meridionale: il mondo ora sta a guardare gli indizi sul futuro triangolo strategico tra le sue tre maggiori nazioni, scrive Foreign Policy.

Vecchia guardia Il presidente russo Putin e i suoi omologhi di Azerbaigian, Iran, Kazakistan e Turkmenistan partecipano al quarto summit del Mar Caspio. Il presidente iraniano Rouhani si aspetta risultati “accettabili” dal vertice (Press Tv). Martedì il forum economico Russia-Kazakistan con i presidenti Putin e Nazarbayev.

Captatio benevolentiae Mosca chiede un nuovo “reset 2.0” nei rapporti con Washington: la situazione in Ucraina stava migliorando grazie alle iniziative di pace del Cremlino, afferma il ministro degli Esteri russo Lavrov (Guardian). Intanto il presidente ucraino Poroshenko guarda a Ovest, forte della pace temporanea nell’Est (Reuters).

OCCUPY CENTRAL WITH LOVE AND PEACE (È il nome del movimento artefice del sit-in di disobbedienza civile a Hong Kong). La polizia ha sparato gas lacrimogeni per disperdere gli 80 mila manifestanti. Reuters parla anche di manganelli. Il bilancio è di 38 feriti (Cnn), ma continua l’occupazione del distretto finanziario della città. Il Financial Times scrive che la battaglia per la democrazia è entrata in una nuova fase. Pechino ha comunicato la ferma contrarietà a questi “movimenti illegali”. Intanto è stato rilasciato il leader degli studenti di Hong Kong Hoshua Wong (Rai News).
Perché? Cinque cose da sapere su ciò che sta accadendo (Cnn).

LA GUERRA AL CONFINE TURCO La coalizione di più di 40 paesi guidata dagli Usa ha spostato gli attacchi in una zona curda della Siria lungo il confine con la Turchia. Obiettivo: le raffinerie di petrolio sotto controllo dell’Isis in Siria (Bbc). Nell’ultimo mese ci sono stati più di 200 attacchi aerei in Iraq e quasi 50 in Siria (Nytimes).

Centro di gravità siriano In un’intervista televisiva alla CBS, Obama ha detto che l’intelligence statunitense ha sottovalutato l’attività della Stato Islamico in Siria, diventata il “ground zero” per i jihadisti di tutto il mondo. Cameron, intervistato dal Sunday Times, vuole l’estensione dei raid aerei della Royal Air Force dall’Iraq alla Siria (Guardian).

La posizione di Israele Mercoledì il primo ministro Netanyahu incontra Obama alla Casa Bianca per discutere del conflitto con Hamas, del nucleare iraniano e delle operazioni militari contro l’Isis in Siria e Iraq.

Afghanistan, 13 anni dopo Cerimonia di insediamento del nuovo presidente Ashraf Ghani.

AIR FRANCE TORNA A VOLARE I piloti annunciano lo stop allo sciopero, il più lungo nella storia della compagnia. La direzione dell’azienda ha rinunciato allo sviluppo della low cost Transavia, ma non si è raggiunto un accordo sul contratto unico (Rep).

Emilia-Romagna Stefano Bonaccini vince le primarie del centro-sinistra: è il candidato alla presidenza della Regione alle elezioni del 23 novembre. Votano solo in 58 mila (Corriere).

Incidente Travolge un bar con l’auto e uccide 4 ragazzi, compreso il fratello (Corriere).

TECH
Nel mirino di Bruxelles Apple – rivela il Financial Times – riceverà una multa multimiliardaria questa settimana da Bruxelles per aver beneficiato di aiuti in materia fiscale offerti dal governo irlandese dal 1991 (Rep).

Ritorno in patria Satya Nadella è in visita nella sua India, per la prima volta da CEO di Microsoft. Si attende “un annuncio strategico” con il presidente di Microsoft India (Business Standard).

Shopping Alibaba spenderà 459 milioni di dollari per acquistare il 15% di una società tecnologica di Pechino che si rivolge agli hotel. Alibaba spera di costruire il proprio business viaggi e di reclutare i clienti dell’hotel per la sua piattaforma di e-commerce (Reuters).

Oracle OpenWorld Oracle Corporation, società di software con sede nella Silicon Valley fondata del 1977 da Larry Ellison, ha aperto la sua conferenza annuale in San Francisco.

SERIE A Inter in ginocchio. A San Siro finisce 4-1 per il Cagliari di Zeman (Gazzetta).
La Sampdoria vince il derby di Genova e diventa la terza forza del campionato: 1-0 contro il Genoa (Ansa). Milan fermato sull’1-1 a Cesena. Tra i rossoneri espulso Zapata (Corriere).
Il Napoli fatica, ma torna a vincere 1-0 sul campo del Sassuolo. La Juventus batte l’Atalanta 3-0. Pareggio Torino-Fiorentina. Roma-Verona 2-0.

Italia ko Azzurre sconfitte ai Mondiali di Pallavolo dalla Repubblica Domenicana (Ansa).

OGGI
Direzione del Pd;
Incontro tra i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil dedicato al jobs act;
Bruxelles, audizioni dei commissari europei designati;
Dati sul reddito e sulla spesa delle famiglie americane ad agosto;
Dati sulla fiducia economica nell’eurozona e sulla fiducia dei consumatori;
Congresso annuale del Partito Conservatore britannico;
Washington, incontro tra il primo ministro indiano Modi e il presidente Obama;
Quarto summit del Mar Caspio con i presidenti di Russia, Azerbaigian, Iran, Kazakistan e Turkmenistan;
Braga, riunione dei Capi di Stato del gruppo di “Arraiolos” (Germania, Austria, Finlandia, Ungheria, Italia, Lettonia, Polonia e Portogallo).

Prime:

Corriere: “Cancelliamo i contratti precari”

Repubblica: “Via i contratti precari e sull’articolo 18 non medio nel Pd”

La Stampa: “Tratto coi lavoratori, non nel Pd”

Il Sole 24 Ore: Fisco, tassa “piatta” al 15% su mini-imprese e autonomi

Il Messaggero: Renzi: stop ai contratti precari

Il Fatto Quotidiano: “Non solo mostri”

Il Giornale: I segreti di Della Valle

Ft.com: Apple hit by Brussels tax finding

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...