rassegna stampa domenica 10 agosto 2014

da http://www.goodmorningitalia.it

 

L’AFRICA CHE VERRÀ Nel 2050 la popolazione africana raddoppierà e l’età media sarà tra i 20 e i 30 anni. In pratica l’Africa sarà il continente più giovane, produttivo e vibrante del mondo. Un dato certifica la tendenza di miglior mercato emergente: il Pil è aumentato del 4,1% contro il 3,4% del 2000 (The Economist).

CinAfrica Qualcuno se ne era già accorto da un po’. Nel 1996 la Cina ha selezionato la regione come prioritaria per la sua espansione. Oggi gli africani sono a loro agio con i prodotti made in China, siano materassi o smartphone: il commercio con Pechino vale 200 miliardi di dollari l’anno.

It’s the economy, stupid Gli investimenti del Dragone non sono poi così trasparenti se un uomo con sette nomi diversi e un passato nei servizi segreti può diventare il “mediatore” (Financial Times).

Le ambizioni di Obama La scorsa settimana una cinquantina di leader africani si sono ritrovati a Washington. Gli Stati Uniti indirizzano verso l’Africa solo l’1% degli investimenti esteri. Ma Obama, scrive Bloomberg Businessweek, può cercare di recuperare il gap con la Cina puntando su tre settori: le materie prime, l’educazione e le infrastrutture tecnologiche.

INTANTO, IN IRAQ Proseguono, senza sosta, i raid degli americani intorno ad Arbil. Obama, prima di partire per le vacanze, ha detto che i bombardamenti potrebbero durare per mesi (New York Times). Anche Francia e Gran Bretagna sostengono l’azione Usa.

Dramma Yazida In 50 mila yazidi (Wikipedia), l’ultima minoranza finita sotto il tritacarne dell’Isis, sono assediati sulle montagne di Sinjar. E restano solo due giorni per salvarli (La Stampa).

Reportage L’inviato Lorenzo Cremonesi racconta da Arbil la paura dei cristiani in fuga (Corriere).

Lettura Cinque cose per capire cosa succede in Iraq (Il Post).

CHE SETTIMANA! La Russia ha scelto di non mangiare più il prosciutto di Parma, bloccando le importazioni dei prodotti agroalimentari. L’America, volente o no, è tornata a bombardare l’Iraq. A Gaza, dopo una tregua di tre giorni, sono ripresi i raid. La “Siria dimenticata” fa notizia per due volontarie italiane rapite. Mentre in Ucraina continua la battaglia dell’esercito di Kiev per la presa di Donetsk, roccaforte dei ribelli filorussi. Se non bastasse l’Italia torna in recessione ma c’è la firma dell’accordo Alitalia-Etihad e il primo sì alla riforma del Senato.

Breaking news In Iran, vicino all’aeroporto di Teheran, si è schiantato un aereo passeggeri, provocando la morte di una quarantina di persone (Ansa, Al Arabiya).

GAZA Siamo entrati nel secondo mese del conflitto. Ieri più di 30 attacchi aerei israeliani nella Striscia hanno causato la morte di cinque palestinesi. La nuova tregua, a cui si lavora al Cairo, non sembra più così vicina (Bbc).

Qui Roma Manifesti anti-semiti sono comparsi ieri nella capitale: le scritte invitavano a boicottare i negozi dei commercianti ebrei. Il sindaco Marino: “Affissi da teste vuote, sono già stati rimossi” (Il Messaggero).

Siria Il vice ministro degli Esteri dice che la Farnesina è sulle tracce dei rapitori delle due volontarie italiane, ma chiede di mantenere riserbo sulla vicenda (Repubblica).

UCRAINA La Reuters scrive che i ribelli filo-russi sono pronti a un cessate il fuoco per “mettere fine al disastro umanitario di Donetsk”.

Qui Kiev Il Comune sta sgomberando Maidan, la piazza Indipendenza occupata dai manifestanti lo scorso inverno quando migliaia di persone cominciarono a protestare contro il presidente filo-russo Viktor Yanukovich, poi deposto (Il Post).

TURCHIA, SI VOTA È la prima volta che il presidente viene eletto dal popolo e non dal parlamento: è data quasi per certa la vittoria del premier Tayyip Erdogan. I risultati dovrebbero arrivare in tarda serata. L’eventuale ballottaggio sarà il 24 agosto.

Lettura Appartamento ad Istanbul, un romanzo per capire la nuova Turchia di Erdogan, tra crescita e politica estera neo-ottomana (Rivista Studio).

BACK TO ITALY
La versione di Renzi Alla vigilia dei suoi primi sei mesi al governo, il premier Renzi fa un bilancio del suo operato in un colloquio su La Stampa. Dice di non volere prendere “ordini dall’Europa” e critica le inadeguatezze della classe dirigente italiana (“non siamo cambiati, ora tocca a loro”). Esclude il voto anticipato (“anche se sono l’ultimo a temerlo”) e assicura: “Non sono nelle mani di Berlusconi”.

Larghe intese? No, Forza Italia non entrerà nel governo dice il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi (Corriere).

Un calvario” Così il presidente di Palazzo Madama Pietro Grasso definisce la riforma del Senato in un’intervista su Repubblica dove si augura che la Camera migliorerà la legge.

Lettura “Matteo Renzi è bravissimo, ma la pagella finora è negativa”: è il titolo del domenicale di Eugenio Scalfari che critica il premier per non aversi messo la faccia sulla politica economica.

LA RIPRESA C’È Racconta l’inviato di Repubblica Federico Fubini che in Spagna, nell’ultimo anno, sono stati creati 400 mila nuovi posti di lavoro, la spesa è stata tagliata del 3,4% rispetto al Pil (in crescita dell’1,5%) e un’azienda che assume a tempo indeterminato paga 100 euro come contributi per due anni.

Orizzonte Il problema, scrive The Wall Street Journal, è che in Europa, in particolare in Italia, le garanzie delle vecchie generazioni costituiscono delle barriere insormontabili per i giovani lavoratori.

Articolo 18, again? Marianna Madia, su Repubblica, dice che abolirlo non crea posti di lavoro. Angelino Alfano (Ncd) la pensa diversamente. Il Messaggero riporta l’agenda del governo che accelera sul Jobs Act, di nuovo in parlamento a settembre. L’obiettivo è approvare la riforma entro i primi tre mesi del 2015.

Noise from America Il decennio perduto del Bel Paese (New York Times).

MONDO REALE
Ebola La Guinea ha chiuso i suoi confini con il Sierra Leone e la Liberia (Qz). Per l’Organizzazione mondiale della Sanità il vaccino dovrebbe essere pronto entro il 2015 (The Telegraph).

Fecondazione eterologa “Non è in vigore nessun divieto”, sostiene Giuseppe Tesauro, neopresidente della Corte costituzionale in un’intervista a Il Messaggero. Il ministro Lorenzin si oppone e chiede di fermarsi. Insomma, è caos (Corriere).

MEDIA & TECH
Google Si chiama “Listen Now” ed è il nuovo modo di fare soldi con la pubblicità online: questa volta tocca alla musica (Wsj).

Sfide Il giornale globale e il sogno Jeff Bezos (Pagina 99). Da New York, e non da Washington, Bloomberg vuole diventare il dominus dell’informazione politica Usa (Politico).

Il lutto È morto Federico Orlando, 85 anni, condirettore di Europa, un “liberaldemocratico” (Articolo21.org) Il suo ultimo editoriale: una critica all’Italia del “discussionismo” (Europa).

WEEKENDER
*Caro premier ecco cosa può fare, l’autrice dello Stato innovatore scrive a Renzi (La Repubblica);
*Vladimir Putin potrebbe fallire e, nel caso, è il caso di considerare cosa fare (The New Republic);
*Semplificando l’Isis è una combinazione tra al-Qaeda, Khmer Rossi e nazisti: il peggio che ci poteva capitare scrive Bobby Ghosh (Qz);
*La tecnologia ha reso la prostituzione più facile e sicura: è ora di legalizzarla. La copertina dell’Economist;
*Un ragazzo e la sua noiosa startup: ritratto di Stewart Butterfield, cofondatore di Flickr (Wired);
*Cosa succede se decidi di farti realizzare un logo per 5 dollari? (Medium);
*La storia dell’uomo che ha collezionato 3 milioni di dischi in vinile (Nyt);
*Manuale di conversazione. Vanno di moda, parliamone: le modelle curvy (Il Foglio).

Prime:

Corriere: “Aiutateci ci massacrano” [I cristiani in fuga in Iraq]

Repubblica: Obama: è un dovere fermare il genocidio. Nuovi raid Usa in Iraq

La Stampa: “Non prendo ordini dall’Ue” [Renzi]

Il Sole 24 Ore: Cambiano gli studi di settore, meno contribuenti sotto esame

Il Messaggero: “Eterologa, nessun divieto” [Tesauro]

Il Giornale: Basta immigrati

Il Fatto Quotidiano: Adesso Renzi è nelle mani del Caimano

Libero: Perché il 67% delle imprese scappa

Il Manifesto: Un tranquillo weekend di paura

Ft: US aid flights drop food and water in northern Iraq

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...