rassegna stampa mercoledì 6 agosto 2014

da http://www.goodmorningitalia.it

 

PAURA INVASIONE La Russia ha schierato 20 mila soldati in assetto da combattimento sul confine orientale con l’Ucraina. Ad aprile nel momento peggiore della crisi erano 40 mila, ma mai si erano avvicinati a meno di 50 chilometri dalla frontiera. Kiev ha già intimato a Mosca di fermarsi: cresce infatti la paura che le truppe possano entrare in territorio ucraino per fermare l’avanzata dell’esercito e difendere i ribelli sempre più accerchiati (Financial Times).

Battaglia a Donetsk Le autorità locali riferiscono di pesanti combattimenti, in cui ci sarebbero anche vittime civili, in un sobborgo della roccaforte dei separatisti. I proiettili hanno colpito anche una centrale elettrica secondaria, lasciando parte della città al buio (Bbc). 

Emergenza umanitaria Secondo le Nazioni Unite 117 mila abitanti dell’Est del Paese hanno dovuto lasciare le proprie case a causa degli scontri. Dall’inizio dell’anno 730 mila ucraini si sono rifugiati in Russia e solo ad agosto 168 mila hanno chiesto asilo oltre confine (Al Jazeera). Mosca ha chiesto una riunione d’emergenza del Consiglio di sicurezza dell’Onu per discutere della situazione (Itar-Tass).

Sanzioni In risposta alle misure adottate dall’Occidente, il Primo ministro russo Medvedev ha minacciato di interdire alle compagnie aeree europee i cieli siberiani (Reuters). Ciononostante anche il Giappone si unisce al coro delle sanzioni, per mostrare la propria vicinanza alla linea americana: congelati i beni di due gruppi commerciali e 40 individui (incluso l’ex presidente ucraino Yanukovych), imposte restrizioni sui prodotti made in Crimea. Ma Abe non annulla l’incontro con Putin previsto per l’autunno (New York Times).

Qui Wall Street Mercati americani trascinati verso il basso dal crollo del settore energetico per la preoccupazione di un’escalation militare in Ucraina (Reuters).

“L’Ue sia compatta contro Mosca” La Stampa intervista il Segretario di Stato Usa John Kerry, durissimo nei confronti di Putin (“è responsabile e pagherà”). Sostegno all’Italia sulle riforme e sulla lotta all’immigrazione clandestina, aperture a una partnership commerciale con l’Ue.

BACK TO ITALY
Maratona riforme
 Approvati gli articoli 13,14,16,17,18 e 20 del ddl Boschi:
*giudizio preventivo di costituzionalità delle leggi elettorali da parte della Consulta;
*30 giorni in più al Parlamento per rivedere i decreti legge in caso di rinvio da parte del Presidente della Repubblica;
*divieto di “decreti omnibus”, cioè quelli che contengono norme su materie non omogenee.
Sugli articoli 10, 11, 12 e 15, che riguardano il procedimento legislativo, i relatori stanno lavorando ad un testo che abbia il consenso più largo (Repubblica). 

Avanti con ottimismo Renzi gongola per l’accelerazione dell’iter riformista e prepara un intervento in Aula forse già giovedì quando è atteso il primo via libera del Senato (La Stampa). Intanto lavora in parallelo sulla nuova legge elettorale: ieri ha incontrato Alfano, aprendo alla possibilità di rivedere al ribasso le soglie di sbarramento per l’assegnazione dei seggi alla Camera (fissate 4,5 per cento per le liste coalizzate e all’8 per quelle non coalizzate, Corriere).

Nazareno bis? Oggi Renzi incontrerà Berlusconi per stabilire le modifiche all’Italicum, come l’introduzione delle preferenze, ma con il capolista bloccato. Ma il M5s attacca il patto (su Twitter con l’hashtag #Renzimetticilafaccia e alla Camera con un’interrogazione parlamentare) chiedendo che venga reso pubblico (Fatto Quotidiano).

Pubblica amministrazione Sì del Senato alla fiducia chiesta dal governo sul maxi-emendamento sostitutivo del dl Pa, già modificato dalla commissione Affari Costituzionali. Il provvedimento tornerà quindi alla Camera e dovrà essere convertito in legge entro il 23 agosto. Rinviato l’intervento strutturale su precari e turnover nella scuola (Corriere).

Spending review Inviate 200 richieste di chiarimenti ad altrettante amministrazioni sospettate di aver violato le norme sugli appalti da tenere solo ai prezzi più convenienti per il contribuente (Repubblica). 

GAZA, IL GIORNO DOPO Israele ritira tutte le truppe dalla Striscia, ma la tregua è ancora fragile. Un piccolo contingente rimarrà vicino al confine, pronto a reagire nel caso Hamas rompesse il cessate il fuoco. Identica la minaccia del movimento islamista in caso di “infiltrazione” militare (Repubblica).

E ora? Mentre nella Striscia si vaga tra le macerie (La Stampa), in Israele si discute delle ripercussioni politiche dell’Operazione Protective Edge, che per la sinistra è una sconfitta per Netanyahu (Haaretz). Intanto continua l’azione diplomatica egiziana che chiede di estendere la tregua per due settimane durante le quali trattare la pace (Times of Israel).

L’altra tregua L’esercito libanese e i militanti islamisti hanno raggiunto un accordo di cessate il fuoco per 24 ore dopo quattro giorni di intensi combattimenti in una città di confine presa dai ribelli. Il rischio che la guerra civile siriana si allarghi al Libano è sempre più alto (Reuters).

Afghanistan Ucciso un soldato americano nell’accademia militare di Kabul: a sparare un uomo che indossava l’uniforme dell’esercito afgano ma che probabilmente non ne faceva parte. Il terrorista, che ha ferito anche altri 15 militari della coalizione, è stato ammazzato subito dopo (Washington Post).

MONDO REALE
Epidemia di ebola Un’azienda farmaceutica americana sta sperimentando con successo un nuovo vaccino derivato dalle piante di tabacco sui due connazionali contagiati dal virus (Bloomberg). Ma con un’epidemia imprevedibile, che si muove così velocemente ci vuole un’altra soluzione, critica The Atlantic, che confronta i casi mortali di ebola con quelli (esponenzialmente più numerosi) di malattie come la poliomelite, l’Hiv e il cancro.

Pacco sospetto Falso allarme bomba su un volo della Qatar Airways proveniente da Doha, scortato a Manchester da un jet della Royal Air Force (Guardian). 

Matacena, remember? Via libera al processo con rito immediato per l’ex ministro Claudio Scajola, Chiara Rizzo ed altre tre persone nell’ambito dell’inchiesta sui presunti aiuti alla latitanza dell’ex deputato del Pdl (Repubblica).

Caos a Fiumicino Sciopero bianco degli addetti ai bagagli di Alitalia durante vertice con Etihad: migliaia di valigie restano ferme nei piazzali dell’aeroporto (Messaggero).

ASSE USA-AFRICA 17 miliardi di investimenti:il summit dei Paesi africani a Washington si conclude con un forte impegno economico americano a investire in progetti infrastrutturali, energetici e tecnologici nel continente. Una relazione commerciale che vale 85 miliardi l’anno (Reuters).

Nuove vie L’Egitto svela il progetto da quattro miliardi di dollari per un canale di 45 miglia parallelo a Suez, che possa intensificare il traffico di merci nel Paese (Guardian).

MEDIA & TECH
Murdoch ci ripensa
 21st Century Fox ha ritirato la proposta da 71 miliardi di dollari per l’acquisto di Time Warner. Una rinuncia accolta positivamente dai mercati per l’azienda di Murdoch, salita dell’otto per cento nell’after-market, mentre Time Warner è scesa del 12 per cento (Financial Times).

La gang delle password Un’organizzazione criminale russa avrebbe immagazzinato oltre un miliardo di combinazioni di username e password e 500 milioni di indirizzi mail (New York Times).

Datagate, again C’è un’altra talpa pronta a diffondere documenti top secret che riguardano la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, rivelano fonti federali alla Cnn.

La guerra dei brevetti Samsung e Apple (che presenterà il nuovo iPhone 6 il prossimo 9 settembre, Wall Street Journal) hanno concordato di rinunciare a tutti i contenziosi giudiziari, esclusi quelli in territorio statunitense (Repubblica).

Concorrenza cinese Xiaomi supera Samsung con 15 milioni di smartphone distribuiti quest’anno nella Repubblica popolare contro il 13,2 dei coreani, le cui vendite nel Paese sono scese del 15 per cento (Mashable).

OGGI
Istat, dati sulla produzione industriale a giugno e stima preliminare del Pil nel secondo trimestre;
Lussemburgo, il neo-presidente della Commissione europea Juncker incontra il presidente della Bce Draghi;
Ginevra, riunione dell’Oms sull’emergenza ebola;
Bulgaria, scioglimento del Parlamento e nomina di un governo ad interim in vista delle elezioni politiche;
Onu, rapporto annuale economico e sociale su Asia e Pacifico.

Prime

Corriere: Processi, cambia la prescrizione

Repubblica: Spending review ecco tutti gli sprechi di enti e ministeri

La Stampa: “Europa, fai muro contro Putin”

Il Sole 24 Ore: “L’economia italiana peggiora, la velocità delle riforme è tutto”

Il Giornale: Fuga da Alfano

Il Fatto Quotidiano: Pensioni, tagli e stipendi. Professori messi in croce

Libero: La guerra delle valigie 

Il manifesto: Italian style

Ft.com: Fox withdraws $71bn bid for Time Warner

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...