rassegna stampa giovedì 5 giugno 2014

da http://www.goodmorningitalia.it

 

FANGO IN LAGUNA 35 persone sono state arrestate e 100 indagate nell’ambito di un’inchiesta su un presunto giro di tangenti intorno alla costruzione del Mose, il sistema di barriere realizzato per difendere Venezia dal fenomeno dell’acqua alta.
*Cos’è il Mose e come funziona (Wired);
*Tutti i dubbi sull’opera (Repubblica).

I nomi Tra gli arrestati il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni (Pd), l’assessore regionale alle Infrastrutture Renato Chisso (FI), il generale in pensione della Guardia di Finanza Emilio Spaziante, il fondatore di Palladio Finanziaria, la holding vicentina socia di Generali, Roberto Meneguzzo. Il gip ha chiesto la custodia cautelare anche per l’ex governatore del Veneto e attuale parlamentare di Forza Italia, Giancarlo Galan (le foto degli arrestati).
*Corruzione, la grande ipocrisia (Repubblica);
*Ancora manette. Eccheppalle (Il Foglio).

Le accuse Per i magistrati l’inchiesta è “peggio di una Tangentopoli”. I reati contestati vanno dalla corruzione, al finanziamento illecito ai partiti fino alla frode fiscale. Grande “burattinaio” dell’intero sistema Giovanni Mazzacurati, ex presidente del Consorzio Venezia Nuova, concessionario del ministero delle Infrastruttura per la realizzazione delle opere, che avrebbe pagato dei veri e propri “stipendi” ai protagonisti della vicenda (per Galan si parla di un milione di euro l’anno).
*Tutti gli “stipendi” pagati dal Consorzio (Il Gazzettino);
*Il testo integrale dell’ordinanza di custodia cautelare (La Nuova);
*I pm: prove schiaccianti dei versamenti (video La Stampa).

Arriva Cantone Ieri il premier Matteo Renzi ha incontrato il presidente dell’Autorità anti-corruzione che, domani, dovrebbe  ricevere dal consiglio dei ministri pieni poteri di controllo per Expo 2015. Lo scandalo veneziano, scrivono Repubblica e La Stampa, ha convinto il presidente del Consiglio ad accelerare e ad inserire nell’agenda delle riforme, oltre ai disegni di legge su falso in bilancio, prescrizione allungata e reato di autoriciclaggio, anche quella del sistema degli appalti. Al termine dell’incontro Cantone ha descritto un Renzi “turbato per le notizie veneziane” (video) mentre oggi, intervistato da Repubblica rilancia: “Nei casi di corruzione vanno revocati gli appalti”.
*Da Expo al Mose la mappa delle tangenti della Seconda Repubblica (Huffington Post).

Il canto di Grillo La Tangentopoli veneziana rivitalizza il leader del M5S che va subito all’attacco: “Le larghe intese in manette”. Intanto il governo, con il ministro Lupi, chiede di non bloccare l’opera (La Stampa).

IN ATTESA DI MARIO Mentre l’Italia è alle prese con le tangenti venete, gli occhi di tutti sono fissi su Francoforte dove oggi si riunisce il consiglio della Bce che dovrebbe varare interventi per sostenere l’economia e combattere la deflazione. Tra le ipotesi sul tavolo anche quella di abbassare i tassi sui depositi delle banche portandoli sotto zero (Reuters).
*Che cosa dirà Draghi (Sole 24 Ore).

Orizzonte Usa Ieri intanto la Federal Reserve ha pubblicato il suo Beige book con le previsioni economiche per gli Stati Uniti. Secondo l’istituto le prospettive migliorano anche se la crescita continua ad essere “moderata”  (Market Watch). Diffusi anche i dati del sondaggio Adp sull’occupazione nel settore privato: creati a maggio 179 mila posti di lavoro, meno delle aspettative (Wall Street Journal). Ma l’attesa è tutta per domani quando verranno resi noti i dati sull’occupazione americana a maggio (Quartz).

Orizzonte Cina I dati di maggio mostrano un andamento “traballante” dell’economia cinese (Reuters).

80 voglia (ma aspetterò) Salta l’estensione del bonus Irpef alle famiglie monoreddito con figli. La maggioranza ha deciso di rinviare la misura, se ne discuterà nella legge di Stabilità (Messaggero). Intanto la Corte dei Conti attacca il bonus e lo definisce un “surrogato” (Ansa).

-120 mila Sono le aziende che, secondo il Centro Studi di Confindustria, hanno chiuso in Italia tra il 2001 e il 2013. Nel settore manifatturiero siamo scesi all’ottavo posto. Scavalcati da India e Brasile (Sole 24 Ore).

Le parole sono importanti Ilvo Diamanti stila il vocabolario delle parole “anti-crisi” da cui l’Italia può ripartire (Repubblica).

La battaglia del Senato La maggioranza rischia sulla riforma di Palazzo Madama. L’intesa è lontana e, scrive Repubblica, presto potrebbe esserci un nuovo incontro tra Renzi e Berlusconi.

Mamma Rai Repubblica intervista Michele Santoro che applaude la svolta di Renzi: “La tv pubblica è il vecchio la scossa del premier è un’opportunità”.
*Rai e Renzi. Super manager spiega dove infilare il bisturi (Il Foglio).

Diritti tv Scade oggi a mezzogiorno il termine per partecipare al bando per la cessione dei diritti del calcio italiano per il triennio 2015-2018. Occhi puntati su Mediaset (Il Fatto Quotidiano) che, nel frattempo, avrebbe avviato una trattativa con Telefonica per la cessione della pay tv spagnola Canal+. Trattativa da cui potrebbe incassare 350 milioni di euro (Repubblica).
*Addio a Ballarò? Per Floris proposta da Mediaset (Repubblica).

MONDO REALE
Nuove rivelazioni del boss pentito Antonio Iovine che conferma le minacce a Roberto Saviano e Rosaria Capacchione (Repubblica).

Giornata dell’ambiente La Stampa dedica un inserto ai temi dello sviluppo sostenibile e del cambiamento climatico con due interviste esclusive a Bill Gates (“Il mio sogno per il mondo: eliminare la fame in 20 anni) e Michelle Obama (“La mia sfida per l’America. Aiutarla a mangiare sano”).

LA GUERRA UCRAINA Barack Obama si schiera al fianco di Kiev nello scontro con la Russia di Vladimir Putin. Incontrando a Varsavia il neopresidente ucraino Poroshenko, Obama invita Mosca a fare più di un passo indietro e definisce i manifestanti di piazza Maidan “gli eredi di Solidarnosc” (La Stampa).

Le minacce del G7 Dopo 16 anni i grandi della Terra tornano a riunirsi a Bruxelles senza la Russia. E inviano un messaggio chiaro a Mosca: “L’azione della Russia è inaccettabile e deve fermarsi”. Altrimenti il G7 è pronto a “intensificare sanzioni mirate” (Agi).

Diplomazie al lavoro In realtà tutto è legato agli incontri bilateri che si svolgeranno in questi giorni. Oggi il segretario di Stato americano Kerry dovrebbe incontrare il ministro degli Esteri russo Lavrov a Parigi. Merkel vedrà Putin domani mattina, così come Cameron. Mentre Hollande ha fissato una cena per stasera all’Eliseo. Tutti si ritroveranno fianco a fianco, domani, in occasione delle celebrazioni dello sbarco in Normandia. Ci sarà anche Obama e non è escluso che possa esserci un faccia a faccia tra il presidente americano e quello russo.

Qui Putin Nel frattempo il presidente russo, intervistato da radio Europe 1  ha fatto intendere di essere pronto a parlare con il nuovo presidente ucraino Poroshenko domani, a margine delle cerimonie D-Day: “Non intendo evitare nessuno e parlerò, chiaramente, con tutti”.

Siria Come largamente previsto Bashar al Assad ha vinto le elezioni presidenziali con l’88,7% dei consensi (The GuardianFinancial Times).

Abu Mazen-Peres-Papa Francesco Prime indiscrezioni sull’incontro che si svolgerà domenica pomeriggio. I tre dovrebbero pregare insieme nei Giardini Vaticani (Repubblica). Con loro anche il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo (Vatican Insider).

Tienanmen Hong Kong e Taiwan, libere dalla censura cinese, hanno celebrato l’anniversario della rivolta (Corriere).

TECH
Twitter starebbe valutando la possibilità di acquisire servizi di musica online inclusi Soundcloud and Spotify (Financial Times).

SPORT
Brasile 2014 
La Nazionale di Cesare Prandelli ha pareggiato 1-1 con il Lussemburgo nell’ultima amichevole prima dei Mondiali. Oggi la partenza per il Brasile.

Roland Garros Finisce nei quarti l’avventura di Sara Errani a Parigi. L’azzurra è stata battuta 6-2 6-2 dalla tedesca Andrea Petkovic.

OGGI
Giornata mondiale dell’ambiente
Riunione del consiglio della Bce
Bruxelles, seconda giornata di lavori del G7
Berlino, incontro tra il ministro dell’Economia italiano Padoan e quello tedesco Schauble
Roma, assemblea di Confcommercio
Il ministero dell’Economia pubblica il Bollettino delle Entrate

Prime:

Corriere: Politica e affari, la rete su Venezia

Repubblica: Le tangenti di Venezia

La Stampa: La Tangentopoli di Venezia: “A Galan un milione l’anno”

Il Sole 24 Ore: Dal 2001 perse 120mila fabbriche

Il Messaggero: Tangenti, terremoto a Venezia

Il Giornale: Cornuti e mazziati

Il Fatto Quotidiano: Gondole & mazzette. Ne hanno presi altri 35

L’Unità: Venezia affonda nelle tangenti

Libero: I mostri della Laguna

Ft.com: Assad claims third term in office

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...